Blog
Altro

L’Orthofan con le sue soluzioni per gli Odontoiatri protesisti che hanno bisogno di spazio: i dispositivi preprotesici

29 Ottobre 2015
Altro

Frequentemente, gli Odontoiatri  che si occupano di protesi, si trovano di fronte a situazioni dove, la migrazione di elementi posteriori, chiudono spazi di elementi precedentemente perduti per ragioni naturali o per esigenze cliniche.

Il passare degli anni in queste situazioni, può creare un duplice problema:

  1. l’estrusione del dente antagonista;
  2. la mesializzazione dei denti immediatamente distali a quello perduto. 

Prendiamo in esame la problematica indicata nel secondo punto che, anch’essa come la prima, impedisce la normale protesizzazzione del dente mancante.

L’orthofan produce un dispositivo preprotesico, chiamato Uprighter jet che, come dice la parola stessa, propone una spinta distale, mono o bi-laterale, capace di disto-ruotare ed intrudere l’elemento desiderato. 

La meccanica del dispositivo in questione, prevede un sistema che utilizza una molla da 240gr che, per mezzo di un chiavistello, dev’essere attivata ogni 30 giorni. Nel primo mese, il dispositivo si stabilizza in maniera ottimale nell’arcata, poi, dal secondo mese, provvede a dare il movimento per il quale viene costruito.

Ve lo aspettavate?

Per qualunque informazione in merito, l’Orthofan è a totale disposizione per rispondere alle vostre domande e per incuriosirvi su altri dispositivi di ortodonzia preprotesica.

Buon lavoro e…tanta protesi ed ortodonzia per tutti!
Odt. Fabio Fantozzi